Principale Software L'e-reader Stanza interrompe la sincronizzazione USB su richiesta di Apple
Software

L'e-reader Stanza interrompe la sincronizzazione USB su richiesta di Apple

DiNicholas Bonsack 2 febbraio 2010 5:48 PST

È sempre doloroso separarsi da belle funzionalità, specialmente quando le ragioni sono una questione di politica. Secondo quanto riferito, Apple ha chiesto che la sincronizzazione USB venga rimossa da diverse app per iPhone, più recentemente dal lettore di e-book per iPhone Stanza .

In precedenza, Stanza aveva un'app complementare per Mac OS X e Windows che consentiva agli utenti di sincronizzare gli e-book tramite USB. TechCrunch riporta che gli sviluppatori di Stanza, Lexcycle, ricevuto una chiamata da Apple per richiedere la rimozione della funzione, per ragioni che non possono essere divulgate pubblicamente.



Stanza non è il primo programma ad essere morso da questo problema. Compagno e-book GoodReader aveva anche la funzionalità di sincronizzazione USB, ma è stata rimossa in una versione precedente, anche per volere di Apple. Altre app per iPhone come DigiDNA FileApp (nata FileAid) si sono trovati anche nella lista dei cattivi di Apple.

Il motivo dietro l'interruzione della funzione? Come ha fatto Michael Jurewitz di Apple dichiarato su Twitter , non esiste un'API pubblica per la sincronizzazione tramite USB. In altre parole, non esiste un metodo approvato da Apple per consentire alle applicazioni iPhone di sincronizzarsi con le app complementari tramite un cavo USB. La maggior parte delle applicazioni per iPhone che comunicano con le controparti desktop, come PasteBot e 1Password Touch , utilizza invece il metodo di sincronizzazione tramite Wi-Fi approvato da Apple.

Per fortuna anche Stanza supporta la sincronizzazione Wi-Fi attraverso la sua app complementare così come Calibro , quindi questo non dovrebbe disturbare troppi utenti. GoodReader supporta anche la sincronizzazione Wi-Fi, ma la propria implementazione non è così lucido.

Stanza ha guadagnato la reputazione di essere un lettore di e-book molto robusto per iPhone. I suoi sviluppatori erano acquisita da Amazon l'anno scorso, per ragioni che alcuni hanno ipotizzato aveva a che fare con il coinvolgimento di Stanza nella promozione del formato ePub per gli e-book. ePub è supportato da Adobe e da una coalizione di editori e compete direttamente con il formato proprietario di Amazon per gli e-book Kindle. Si dà il caso che ePub sia anche il formato preferito per il prossimo iBookstore di Apple.

Sebbene le regole di Apple proibiscano l'uso di API private in applicazioni di terze parti, la società è stata più indulgente negli ultimi tempi, in alcuni casi notificando agli sviluppatori le violazioni e chiedendo loro di rimuovere il codice offensivo in una versione futura, piuttosto che rifiutare completamente la domanda. Tuttavia, se ci deve essere qualche speranza di sincronizzazione USB per le app per iPhone, gli sviluppatori dovranno farlo lancia una richiesta di incantesimo ad Apple, nella speranza che l'azienda possa aggiungere la funzionalità in un futuro aggiornamento del sistema operativo iPhone.