Principale Altro l'app iDisk è il piano di streaming musicale di Apple? Non così tanto
Altro

l'app iDisk è il piano di streaming musicale di Apple? Non così tanto

DiDavid Chartier 4 agosto 2010 4:50 PDT

L'acquisizione da parte di Apple di Lala, un servizio di streaming musicale, nel dicembre 2009 ha alimentato molte speculazioni su come l'azienda intende competere nello spazio di streaming multimediale in rapida crescita. Mercoledì, alcuni utenti desiderosi di iniziare a trasmettere la loro musica su iTunes hanno scoperto una capacità trascurata dell'app iDisk di Apple per iPhone, ma non è proprio l'incursione di Apple in iTunes nel cloud.

che aspetto ha un iphone 10

Michael Robertson (sì, il fondatore di MP3.com ) menzionato sul suo blog che Apple aveva recentemente abilitato la sua app MobileMe iDisk per riprodurre l'audio in sottofondo, su entrambe le connessioni Wi-Fi e 3G. Se hai un file musicale compatibile con iPhone come un MP3 o un M4A (senza DRM, naturalmente) archiviato sul tuo iDisk, toccandolo nell'app per iPhone inizierà a riprodurlo. Puoi persino riprodurlo e metterlo in pausa con i controlli nello scaffale multitasking di iOS 4.



Queste funzionalità non sono poi così nuove: in realtà sono arrivate con l'ultimo aggiornamento dell'app MobileMe iDisk il 6 luglio e Apple ha chiaramente elencato la riproduzione dell'audio dal tuo iDisk mentre usi un'altra app come nuova funzionalità. Vale anche la pena notare che altre app di gestione dei file possono riprodurre musica in sottofondo, tra cui Dropbox .

Alcuni siti, come LeggiScriviWeb e Gizmodo , stanno segnalando le capacità di streaming multimediale di iDisk mentre Apple attiva l'interruttore sulle nuove funzionalità di streaming di iTunes (anche se lo stesso Robertson ha affermato chiaramente nel suo post che questo non è 'iTunes nel cloud').

Ma iTunes nel cloud? Difficilmente. Per prima cosa, devi spostare o copiare manualmente i file musicali nel tuo iDisk (in TabletS breve test, non importa dove archivi i file nel tuo iDisk). Al termine di una canzone, devi aprire manualmente l'app e selezionare un'altra canzone da riprodurre, poiché non esiste supporto per playlist o funzionalità di riproduzione continua per più tracce in una singola cartella. Anche i pulsanti della traccia precedente e successiva nei controlli di riproduzione in background non funzionano; semplicemente terminano la canzone attualmente in riproduzione.

Apple avverte inoltre che i documenti più grandi di 20 MB potrebbero non essere visualizzabili nell'app MobileMe iDisk, che presumibilmente include file musicali e podcast. Lo streaming funziona sicuramente su 3G, anche se la qualità non è così buona come lo streaming tramite Wi-Fi o la riproduzione locale con l'app iPod.

In poche parole, lo streaming multimediale in background con la sua app MobileMe iDisk è una funzionalità marginalmente utile che Apple ha aggiunto (e menzionato) a luglio. Ma non è ancora il momento di rompere le carte di credito e spumare per celebrare iTunes nel cloud.